Beauty Makeup

Neve Cosmetics – Mutations Collection { Preview }

Dopo qualche giorno di assenza torno a scrivere, e lo faccio grazie alla bellissima collezione di Neve Cosmetics, Mutations, di cui avrete sicuramente sentito parlare in tutti i luoghi ed in tutti i laghi! Voglio comunque spendere i miei due centesimi su questa collezione, arrivata del tutto inaspettata e che personalmente mi ha colpita davvero molto!
_NeveCosmetics-MutationsCollection-Banner01Neve ce la descrive così :

Atmosfere rarefatte, un futuro onirico ed una modella virtuale.
Tutto questo è Mutations, la nuova collezione Neve Cosmetics.
Mutations è nata da un’idea di fantascienza astratta che trascende genere e provenienza e definisce un nuovo concetto di bellezza.
La modella della collezione è stata creata al computer, miscelando caratteristiche di diverse etnie alla ricerca dell’utopia estetica.
Su questo viso dalla bellezza straniante è stato inventato il makeup del futuro e con esso i colori di Mutations. Sfumature pastello virate verso il grigio o esasperate verso fluorescenze opache, il contrario del classico, l’opposto del ‘già visto’.
Tutti i colori di Mutations sono studiati per poter essere miscelati e sovrapposti dando vita a nuove tonalità ibride.

La collezione Mutations è composta da quattro ombretti in cialda, un blush in cialda, un illuminante in cialda, una palette componibile limited edition, quattro pastello labbra e sei pastello occhi. Scopriamole nel dettaglio.

mutations

COLORI IN CIALDA GLI ARCOBALENI

mutations 2mutations 6

Blush Pill
Albicocca corallo fluo dal finish opaco. Delicato ed evanescente come una cipria, applicato su una base chiara rivela la sua anima mutante. ( La descrizione dell’azienda è assolutamente azzeccata; si tratta di un blush di un delicato color albicocca, facilmente sfumabile, che a mio avviso può essere utilizzato anche come colore di transizione)

Ombretto Robot
Grigio opaco dal sottotono taupe. Classico e modulabile, ideale come colore di transizione.
( Personalmente di grigio non ci trovo molto, infatti vicino ad un vero grigio la differenza si nota, e io lo preferisco. Si tratta di un taupe con un tocco nocciola, piuttosto neutro e dalla pigmentazione leggera. Perfetto come colore di transizione o da sfumare nella piega dell’occhio.)

mutations 8

Ombretto Ufo
Borgogna metallico e magnetico, dalla bellezza ultraterrena.
( A prima vista sembra identico a Daphne 2 di Nabla, da vicino qualche differenza si nota, ma roba davvero di poco : Daphne 2 è leggermente più violaceo. E’ un colore molto complesso, la base di partenza è effettivamente un borgogna, ma ci sono un mix di riflessi più caldi e più freddi che lo rendono davvero interessante!)

mutations 7

Ombretto Newton
Riflessi lilla glicine su base trasparentissima. Un effetto speciale oltre i limiti della tridimensionalità, da sperimentare singolarmente o sovrapporre ad altri colori.
( Un illuminante super, per chi non vuole passare inosservata. Le cangianze lilla sono davvero particolari, e lo rendono adatto anche come top coat).

mutations 12

Ombretto Future
Lilla pastello evanescente e modulabile. Nel 2020 sarà di moda anche come blush.
(Come per Robot anche qui abbiamo un ombretto meno pigmentati degli altri, il che lo rende forse più facile da gestire. Si tratta di un viola/lilla piuttosto freddo e totalmente opaco.)

mutation14

Ombretto Human
Rosso sequoia dal finish vellutato e sottotono marsala. Da provare anche come blush!
(Un ruggine aranciato dalla leggerissima satinatura; lo preferisco utilizzato come blush.)

mutations 9

Mutations empty palette.
Palette personalizzabile professionale da quattro posti. Design in edizione limitata.

mutations 4

PASTELLO LIPCOLOR & EYELINER

mutations 5Confusion
Misterioso marrone ruggine rosato. L’eleganza che confonde.
( Pastello labbra color mattone, una tonalità calda e vibrante di cui si sentiva la mancanza)

Experiment
Lilla mountbatten dal sottotono nude. Naturale e futuristico, un vero esperimento di stile.
( Un malva freddo, che si stempera nel lilla. Una tonalità difficile da indossare ma che può risultare davvero raffinato!)

Alternative
L’alternativa ribelle al rosa classico: carnoso color ciclamino desaturato opaco.
( Rosa ciclamino, desaturato e con un’altissima componente soft. Perfetto per essere indossato da mattina a sera, per un look curato e mai banale)

Delirium
Amaranto intenso a sottotono borgogna. Freddo, corposo ed inebriante. Vertiginoso.
( Il colore del vino buono, borgogna. Freddo quasi gelido, ma corposo e vibrante. Perfetto per labbra in primo piano!)

Distortion
Color prugna intenso a sottotono porpora. Un eyeliner dall’intensità straniante.
( Chi lo ha detto che bisogna utilizzarlo solo come eyeliner? Io l’ho applicato sulle labbra e l’ho trovato strepitoso.)

Paradox
Surreale grigio plumbeo dal sottotono verde. Paradossalmente perfetto con tutti i colori di occhi.
(Un verde bosco che stempera nel grigio, perfetto per contornare lo sguardo in modo non convenzionale!)

Serendipity
Turchese acquamarina chiarissimo, acceso e totalmente opaco. Ideale per delineare gli eyeliner scuri e vivacizzare i trucchi nude.
( Color Tiffany un pò più chiaro, indubbiamente un colore allegro e frizzante. Per chi è stanco dei soliti colori!)

Reversal
Lilla chiarissimo lattigginoso: l’alternativa avanguardista alla classica matita bianca.
Perfetto anche come base per far risaltare ombretti di tonalità chiare e medie.
( Al primo sguardo sembra una comunissima matita bianca, guardando con attenzione invece si capisce che ci troviamo di fronte ad un lilla chiarissimo. Ideale come base su tutta la palpebra)

Illusion
Albicocca fluo chiarissimo. L’illuminante del futuro, opaco e squillante. Per creare illusioni di luce artificiale e giochi di contrasto, anche sulle pelli ambrate.
( Più che un eyeliner mi sembra una matita “correttiva”, perfetta per illuminare delicatamente e per uniformare la palpebra)

Opposite
Malva freddo intenso. L’esatto opposto dell’ordinario: un neutro alieno che intensifica sia la parte bianca dell’occhio che il colore dell’iride.
(Un malva freddo, freddismo! Mi viene di usarlo sfumato su tutta la palpebra, e poi lavorato con Distortion, per un look da regina dei ghiacci!)

mutations 3mutations 13Le texture delle pastello non sono tutte uguali, alcune sono molto scorrevoli altre un pò meno; nessuna però ha la durezza di Vino o Sfilata. Sulle labbra non si percepiscono molto, pur avendo un finish vellutato. Rimangono morbide e confortevoli. Sugli occhi  si applicano e si sfumano con estrema facilità, ma ho trovato una leggera difficoltà nell’applicazione “grafica” perchè la mina è piuttosto morbida. Trovo comunque la qualità molto alta, simile a quella della Wild Eyes uscite da poco.

Se il tempo mi assiste ho intenzione di inserire anche gli swatch, per farvi vedere meglio la resa dei colori.

La collezione Mutations sarà disponibile dal 14 settembre sul sito www.nevecosmetics.it

(10) Commenti

  1. Grazie mille per gli swatches <3
    Come sospettavo… l'illuminante mi piace tanto. E lo stesso vale per experiment! Chi l'avrebbe mai detto. La texture di questo come ti è sembrata?
    Quasi quasi….

    1. Vanessa dice:

      Tra le pastello occhi è una di quelle dalla consistenza più dura, ma si applica senza problemi anche se hai la zona perioculare molto sensibile!

  2. Le due matite più scure sono molto interessanti Delirium e Distortion ..e mi piace tanto anche la piccola palette 🙂 bacini

    1. Vanessa dice:

      Le due pastello labbra ti servono assolutamente!

  3. Francesca dice:

    Molto molto brava!
    Robot mi piace,così come human…sto amando molto kea e quokka delle nuove matite,direi che con questa collezione con ombretti in cialda ,finalmente hanno pensato anche a coloro (come me)preferiscono fare “più in fretta!”
    Ribadisco…bravissima

    1. Vanessa dice:

      Grazie Fra, sono felicissima che il post ti piaccia

  4. Delirium ha un colore davvero splendido *_*

    1. Vanessa dice:

      Si, è meraviglioso!

  5. Caspita gli ombretti su di te rendono in maniera totalmente diversa Vane O_O
    Anche Paradox, sulle altre sembra molto più grigia :-/

    1. Vanessa dice:

      Ile infatti ho visto anche io… sulla mia pelle di grigio non ce n’è traccia, e la differenza si vede anche con Robot. Benchè sia definito grigio anche dall’azienda, su di me è un taupe/nocciola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.