Ethical Fashion

Moda Artigianale – i brand di abbigliamento

Ebbene si, la mia stagione preferita è arrivata. Si è fatta desiderare un pochino, ma finalmente è qui. Questo per me significa due cose, strettamente correlate tra loro : cambio di stagione e guardaroba capsula.

Ma anche qualche nuovo acquisto, perchè dal cambio di stagione fatto qualche giorno fa mi sono resa conto che sono a corto di cardigan e anche di maglioni rosa. Lo sapete, per me il rosa è uno stile di vita, e i due maglioni che avevo in questa tonalità sono stati retrocessi ad abbigliamento da casa.

Prima di fare acquisti ho fatto quello che faccio solitamente in questi casi : un giro sugli shop online dei miei negozi di fiducia. Che ovviamente non sono i classici colossi di fast fashion, ma brand giovani, artigianali e sostenibili.

In primavera avevo creato la mia prima guida all’artigianato, che devo dire ha riscosso davvero molto successo. Sto lavorando a quella autunnale, ve lo anticipo, ed uscirà al termine di questa serie di articoli di approfondimento, cosicché la guida sia un compendio da avere sempre a portata di smartphone.

Comprare meno per comprare meglio è il mio motto, ma diventerà presto anche il vostro!

Iniziamo oggi parlando di abbigliamento.

L’articolo sarà un work-in-progress, perchè ciclicamente lo aggiornerò con i brand che scoprirò, quindi vi consiglio di salvarlo tra i vostri preferiti e tornare a sbirciare spesso!

Innanzitutto, perchè acquistare artigianale?
Dietro ad ogni creazione artigianale c’è una persona che ama quello che fa. Ogni cosa è realizzata con passione, amore e cura per il dettaglio. E’ per questo che il creativo/artigiano/designer mette il suo nome e la faccia su quello che fa. Inoltre, è fatto a mano dall’inizio alla fine. A partire dall’ ideazione, alla progettazione, alla creazione, fino al confezionamento e alla spedizione. E per finire perchè ogni creazione lavorata a mano è diversa dall’altra. Non ci sono due oggetti fatti a mano uguali e questo rende ogni creazione speciale.

Negli anni ho scoperto molti brand che fanno moda artigianale, etica e/o sostenibile, e ce ne sono davvero per ogni stile.

Abbandonate l’idea di moda artigianale intesa come stile “figlia dei fiori”, qui ogni designer ha una sua personalissima visione della moda che si rispecchia nelle proprie creazioni.

Di qualcuno ve ne ho già parlato qui sul blog ( e in quel caso vi metto il link ) altri invece sono tutti da scoprire. Siete pronti?

2 Aghi

2Aghi è il brand di Francesca Zaganelli. Propone capi sartoriali dalle linee femminili con inspirazione vintage, ma rivisitati in chiave moderna. Appassionata alla sartoria grazie alla sua bisnonna

2aghi è un brand che vuole valorizzare la bellezza di ogni donna, andando oltre alla semplice estetica cercando di tirare fuori la parte migliore di ognuna di noi : l’autostima.

Abricot Atelier

Abricot Atelier è un brand di abbigliamento artigianale made in Italy per donne eleganti dallo stile ricercato e romantico. La sua storia nasce dall’amore per l’arte, per la poesia, per la bellezza e per la natura, maestre di vita. Ogni capo viene pensato, disegnato e confezionato da Giulia Callegaro.

Adriana Ponte

Adriana Ponte, siciliana con sangue danese, crea gonne ed abiti sartoriali ma “porter”, in grado di adattarsi ad ogni occasione e ad ogni momento della giornata. La cura dei dettagli e la scelta dei tessuti rendono i suoi capi protagonisti.

Carolina Emme

Carolina Angius, classe 1989, è la mente, il cuore e l’anima di Carolina Emme. Ha studiato all’Istituto di Moda Burgo di Milano e, dopo un periodo di tirocinio presso un atelier, nel 2014 ha creato il suo marchio.
Carolina Emme racconta una donna romantica, femminile ma al tempo stesso determinata e mai banale. E lo fa con pezzi che vivono fuori dal tempo, con quel  pizzico di vintage che li rende sempre attuali.

CobaltoLab

CobaltoLab è il marchio di Maria Luce. Ha il nome di un colore, ma anche quello di un minerale pericoloso. Il paradosso è che invece CobaltoLab crea abiti sostenibili, piccole collezioni fatte di un paio di taglie per capo, quasi pezzi unici, realizzati con tessuti di fine pezza anche di grande qualità che non inseguono il trend del momento.

Colibrin

Stefania Palma ama definirsi una sarta d’altri tempi: tenace come la fibra del cotone, delicata come un pizzo. Cuce per il teatro dal 2009 e nel tempo è diventata anche educatrice in laboratori creativi per bambini e adulti. Nel 2013 vince un concorso regionale per la formazione di giovani imprenditrici e crea il suo brand, Colibrin, che inizia a vendere su Etsy. Con Giustina, la sua macchina da cucire, parte da desideri e realizza creazioni uniche e irripetibili. Non solo indumenti, ma anche borse, pupazzi e giostrine da culla. Il suo segreto è la cura dei dettagli e l’accostamento di fantasie divertenti. Perché, come dice lei, “un colore a volte è una delizia”.

Contexture

CONTEXTURE nasce dalla voglia di descrivere emozioni “texturizzando l’ordinario” attraverso la creazione di disegni grafici unici da applicare a diversi supporti,100%Made in Italy. Ogni texture è disegnata a mano singolarmente e successivamente elaborata e stampata da aziende italiane tessili ed esperti artigiani per realizzare tessuti ma anche ceramiche, carte da parati e tutto ciò che di volta in volta stimola fantasia. Emanuela è il cuore dietro contexture.

Cristina R

Cristina R, dalla meravigliosa Sardegna, crea capi per ragazze romantiche e di chiara ispirazione vintage. Cristina cuce da quando era bambina, un talento e una passione che ha avuto sin da subito, e che ha saputo coltivare studiando tra Cagliari e Milano acquisendo le specializzazioni necessarie per poter concretizzare un progetto che oggigiorno è più che ambizioso e coraggioso. Cristina si occupa inoltre di scegliere tessuti sempre diversi e al passo con le ultime tendenze, per offrire un prodotto finale elegante, senza eccessi, un capo che le clienti possano indossare sentendosi a proprio agio. Vi è inoltre la possibilità di confezionare abiti su richiesta del cliente.

Filomoon

Semplicità, amore e cura del dettaglio. Queste sono le parole che meglio descrivono lo stile di Filomoon. Roberta ha iniziato a creare abiti per passione ma poi ne ha fatto la sua professione. Il suo pezzo iconico è la gonna, ma da qualche tempo la vediamo cimentarsi anche con i pantaloni.

Fils de Rêves

“Fiori e colori senza stagioni” è il motto dell’attività di Valentina. Una vita per la sartoria, un mondo che le appartiene da sempre, da quando era bambina. Con due nonne sarte la passione per stoffe e bottoni sembra quasi inevitabile, così come iniziare a cucire a 13 anni.
Formarsi per crescere allora: dalla scuola, ad indirizzo moda, a “Fils de Rêves”, attività nata nel 2010 e in continua evoluzione. Passione per la sartoria ma anche per i fiori, protagonisti indiscussi di molte creazioni di Valentina.

Guardastelle Handmade

Guardastelle è una piccola sartoria italiana indipendente che realizza, rigorosamente a mano, capi unici dalle linee pulite e versatili utilizzando materiali naturali di alta qualità.
Per Claudia sostenere la tradizione sartoriale significa avere la certezza di comprare prodotti realizzati secondo etica e nel rispetto della qualità; scegliere di vestire artigianale significa decidere di far proprie queste idee e portarsi addosso tutto questo, non solo un semplice vestito.

Lizè Natural Clothing


Lizè
è uno shop che nasce con lo scopo di informare e di mostrare come i capi in tessuti naturali possono essere sani, belli e accessibili a tutti. Ma Lizè sono anche Carlotta e Giovanni, genitori di 4 splendidi bambini e un altro in arrivo, che offrono un’alternativa naturale, proponendo capi sostenibili e prodotti nel rispetto di persone, lavoro e ambiente.

La Sartoria dei Confetti

Federica con la sua Sartoria dei Confetti si rivolge ad una donna romantica ma intraprendente, sognatrice e concreta allo stesso tempo. Una donna che mira ad un’eleganza senza troppi orpelli. Il suo è uno stile che profuma di romanticismo contemporaneo : rivisita il classico con maestria, infondendo ai suoi capi quel qualcosa in più, rendendoli attuali e alla moda.

Loft 73

Loft 73 è il brand di Lara, fashion designer e appassionata di moda, che crea capi romantici per donne sognatrici. Si occupa personalmente di ogni passaggio che c’è dietro la costruzione di un capo: ricerca tessuti e materiali, modello di carta, sdifettamento, taglio, confezione e stiro. Offre il servizio di personalizzazione del capo, partendo dalle misure e fisicità della cliente. 

MisStufi

Perfezionista, attenta alla cura del minimo dettaglio: dalla scelta dei tessuti, assolutamente di fibre naturali, all’ideazione dei prototipi dei vestiti da confezionare, tutti minuziosamente fatti a mano e con uno sguardo al vintage. Parliamo di Sara di MisStufi, che ha dato vita alla sua linea di moda sartoriale, etica, sostenibile e artigianale.

Molnar Couture

Molnar Couture è una linea di abbigliamento slow fashion , sostenibile, totalmente artigianale, fatta con tanta passione e lavoro da Linda . Ideale per donne e ragazze con la passione per l’abbigliamento fatto a mano e unico, che hanno il desiderio di distinguersi dalla massa e vogliono vestire in modo originale e vivace.

Sara Gambarelli

Sara Gambarelli crea capi sartoriali con rifiniture finissime, tessuti italiani di alta qualità e soprattutto la lentezza che serve quando si curano con attenzione i dettagli.
Lo stile è molto femminile, troviamo molti fiori, tulle e glitter.

Sara ha scelto di vendere sul web direttamente alle clienti per abbattere i costi e permettere a tutte di vestire dei capi di alta qualità.

Sartoria L’amore è Ovunque

L’amoreèovunque non è solo un negozio di abbigliamento, ma uno stile di vita: semplicità, ricercatezza e qualità, sono le colonne portanti su cui si basa tutta la produzione di Beatrice Cerruti.

Abiti creati appositamente per essere versatili, adattabili ad ogni tipo di fisicità e personalità.

Solipsiste

Solipsiste nasce dalla passione di Chiara per le stoffe romantiche e per l’abbigliamento in cui presente e passato si intrecciano.
Le storie sono sempre il filo conduttore delle sue creazioni, a volte le vengono raccontate e a volte invece ama immaginarle.
La ricerca dei materiali si concentra in negozi particolari e di una volta, alcuni sono stati ad esempio selezionati in un negozio di Forlì a gestione familiare, che vanta il titolo di uno dei negozi più antichi d’Italia.
Ogni capo ha le sue particolarità, ma i bottoni sono i veri protagonisti, alcuni a fiori, altri rivestiti con un tessuto a fantasia ed ogni pezzo definisce la sua personalità.
Le linee e le forme ricordano capi di epoche diverse, mescolate e aggiornate ad un gusto moderno.

Rifò

Rifò è un giovane brand pratese di moda ecosostenibile, fondata da Niccolò Cipriani e Clarissa Cecchi, che produce abbigliamento e accessori in cashmere rigenerato. Grazie ad un processo meccanico e artigianale sviluppato a Prato, Rifò è in grado di trasformare gli scarti di tessuto in nuovi vestiti che conservano le stesse qualità dei prodotti originali. Questo metodo consente di riutilizzare gli scarti e ridurre sensibilmente la quantità di acqua, di pesticidi e prodotti chimici utilizzati nella produzione.

Vagamente Retrò

Vagamente Retrò è un brand unico nel suo genere: tutte le creazioni sono interamente artigianali, e stampati con elementi naturali. Elena si occupa infatti di ecoprinting. Questo significa che i tessuti utilizzati per le sue creazioni oltre ad essere sostenibili sono tinti e stampati direttamente da lei, sfruttando il potere tintorio delle piante, seguendo tecniche antiche. Questo fa di Elena non solo un’artigiana, ma soprattutto un’artista.

Per il momento questo è tutto.

Conoscete altri brand artigianali che si occupano di abbigliamento e volete segnalarmeli? Scrivetemi una mail ( blogsofashion@gmail.com ) oppure qui nei commenti, sarò felicissima di integrare il post.

Buono shopping consapevole,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *