Ethical Fashion

Artigiani(amo) / Moda Artigianale – i brand di accessori

La moda artigianale non è solo abbigliamento e scarpe, ma anche quelli che sono i nostri veri salva outfit : gli accessori.

In questa nuova puntata di Artigiani(amo) vi porto alla scoperta dei brand italiani che producono gli accessori che mi piacciono di più.

Sento già le vostre domande : Vanessa, ma i gioielli non ci sono? No, perchè avranno un articolo tutto dedicato.

Cristina R

Cristina R, dalla meravigliosa Sardegna, crea capi per ragazze romantiche e di chiara ispirazione vintage. Cristina cuce da quando era bambina, un talento e una passione che ha avuto sin da subito, e che ha saputo coltivare studiando tra Cagliari e Milano acquisendo le specializzazioni necessarie per poter concretizzare un progetto che oggigiorno è più che ambizioso e coraggioso. L’abbiamo già conosciuta nell’articolo dedicato all’abbigliamento, ma Cristina – come potete vedere – crea anche meravigliosi accessori, come i colletti, le giravolte (ovvero le cinture ) e i capcake ( i cerchietti ). Trovate tutto sul suo shop.

Fils de Reves

Valentina, una vita per la sartoria, un mondo che le appartiene da sempre, da quando era bambina. Con due nonne sarte la passione per stoffe e bottoni sembra quasi inevitabile, così come iniziare a cucire a 13 anni.
Formarsi per crescere allora: dalla scuola, ad indirizzo moda, a “Fils de Rêves”, attività nata nel 2010 e in continua evoluzione. Non solo abiti e gonne dalle stampe floreali, ma da pochissimo anche queste meravigliose cinture in pelle.

Le Faccendine

Alessandra e Roberta sono conosciute su Instagram come Le Faccendine Da Sciacca creano colletti ( ma anche cravattini, fasce modellabili ed orecchini ) dai colori allegri e vivaci, in grado di rendere unico anche l’outfit più noioso. Io sono totalmente innamorata delle loro creazioni!

Olgasmecca

Olga Smecca, anche lei siciliana e piena di colore. Ha iniziato la sua attività nel 2012 creando accessori in pelle, ma io l’ho scoperta grazie ai suoi cerchietti super femminili ed originali. Da quelli intrecciati a quelli con stampa floreale, passando per il modello Santuzza che mi ha letteralmente rubato il cuore. Vi consiglio di andare sul suo profilo per scoprire tutte le sue creazioni.

Oltrelalana

Sabina di Oltrelalana, un animo delicato e mani sapienti che creano queste meraviglie. Ogni accessorio è interamente realizzato a mano, con materiali ecosostenibili. Fasce, cappelli, guanti e mantelle realizzate con lana morbidissima, che non punge. Io ho un suo cappello/turbante e lo amo!

Pepe Bianco

Torniamo in Sardegna con Francesca di Pepebianco che crea cappelli utilizzando il vapore e gli antichi ferri da stiro in ghisa, per dare vita a creazioni sempre uniche. Francesca per i suoi cappelli impiega materiali naturali come la paglia e il feltro, o preziosi tessuti che seleziona personalmente con cura fra stoffe originali degli anni sessanta e passamanerie ricercate. 

Vagamente Retrò

Vagamente Retrò è un brand unico nel suo genere: tutte le creazioni sono interamente artigianali, e stampati con elementi naturali. Elena si occupa infatti di ecoprinting. Questo significa che i tessuti utilizzati per le sue creazioni oltre ad essere sostenibili sono tinti e stampati direttamente da lei, sfruttando il potere tintorio delle piante, seguendo tecniche antiche. Questo fa di Elena non solo un’artigiana, ma soprattutto un’artista.

Per il momento questo è tutto.

Conoscete altri brand artigianali che si occupano di abbigliamento e volete segnalarmeli? Scrivetemi una mail ( blogsofashion@gmail.com ) oppure qui nei commenti, sarò felicissima di integrare il post.

Buono shopping consapevole,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.